mercoledì 4 Ottobre 2023

Magenta, 315mila euro per il restyling dello stadio: chiesti fondi al Pirellone

 

 

MAGENTA – Nel 1954, demolito il vecchio campo di calcio magentino per far posto ad un nuovo e signorile insediamento urbano, con i contributi di Francesco Plodari viene costruito il nuovo Stadio Comunale, a lui intitolato, in cui si svolge tutt’ora l’attività dell’Ac Magenta. Ed è proprio l’impianto di via dello Stadio che si accinge ad essere riqualificato con un intervento importante del Comune, che intende mettere mano al portafoglio per un totale di 315.000 euro, di cui la metà sarà chiesta come contributo a fondo perso dal Pirellone.

 Regione Lombardia ha infatti approvato il Bando 2018 per l’assegnazione di contributi regionali a fondo perduto per la realizzazione o riqualificazione sul territorio lombardo di impianti sportivi di proprietà pubblica, a cui possono partecipare i Comuni lombardi che, alla data della presentazione dell’istanza di contributo, siano proprietari di impianti sportivi di uso pubblico o titolari di diritto di superficie o proprietari dell’area di realizzazione dell’intervento oggetto della domanda, in caso di interventi di nuova realizzazione, presentando progetti di importo minimo di tra € 100.000,00 e € 250.000,00 a seconda della tipologia di intervento con un importo massimo di contributo erogabile pari al 50% dell’importo complessivo del progetto sino ad un massimo di € 150.000,  da presentare entro il corrente mese di ottobre.

La giunta di Chiara Calati ha formalizzato la richiesta di contributo alla Regione nella seduta di giunta di giovedì 18 ottobre.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IL DETTAGLIO DEGLI INTERVENTI

Il progetto è volto alla risoluzione delle problematiche relative al corpo principale, campo 1, evidenziate nell’analisi dello stato di fatto adeguandolo alla normativa di settore, previo
espletamento delle verifiche necessarie.

L’intervento di riqualificazione prevede:
 negli ambienti collocati sotto la tribuna: di demolire completamente la partizioni verticali e
le pavimentazioni e di ridistribuire gli spazi interni con le superfici e le dotazioni indicate
nella normativa C.O.N.I. per l’impiantistica sportiva in moda da ricavare due spogliatoi per
gli atleti, uno spogliatoio per l’arbitro, un’infermeria, un servizio igienico per uomini, un
servizio igienico per le donne, un servizio igienico per le persone disabili, un
deposito/lavanderia (con le con classe di reazione e resistenza al fuoco corrispondente a
quanto indicato nella normativa antincendio), un volume tecnico, un ripostiglio ed un locale
direzionale. Inoltre si prevede il completo rifacimento dell’impianto elettrico e
dell’impianto idrico-sanitario, l’adeguamento dell’impianto termico, l’installazione di un
sistema d’allarme per l’evacuazione e la sostituzione dei serramenti.
 sulla tribuna: la demolizione delle scale di accesso in conglomerato cementizio e
l’installazione di scale in acciaio con larghezza pari a 1,20 cm, l’allargamento sino a 1,20 cm
e la risagomatura delle scale di distribuzione del pubblico sulla gradinata dotandole di
parapetti e corrimano e l’installazione di un impianto elettrico di illuminazione
d’emergenza.

 Nella zona esterna: l’installazione di cancelli per la separazione degli spazi per gli atleti da
quelli destinati al pubblico, l’installazione di una tettoia nei pressi dell’ingresso per il
pubblico;
Nello specifico il progetto prevede le seguenti lavorazioni e caratteristiche:
Opere interne
 Demolizione di tavolati e tramezzi;
 Demolizione di strutture e murature in cemento armato;
 Demolizione di pavimenti interni;
 Demolizione di massetti e/o sottofondi di pavimenti interni;
 Rimozione controsoffitti;
 Rimozione di apparecchi igienico-sanitari;
 Rimozione di serramenti interni ed esterni in ferro o leghe;
 Scrostamento di intonaco interno;
 Rimozione, da supporti che vengono conservati, di rivestimenti;
 Rimozione canali diffusione aria;
 Esecuzione di sottofondo di riempimento;

Esecuzione di sottofondo di riempimento;
 Esecuzione massetto per pavimento in ceramica;
 Fornitura e posa di pavimento in piastrelle di ceramica 30 x 30 cm tipo fiammato R11;
 Realizzazione di tavolati in mattoni forati 8 x 12 x 24 cm spessore 8 cm;
 Realizzazione di muratura portante n blocchi multistrato di conglomerato cementizio
vibrocompresso e granulato di argilla espanso;
 Realizzazione di tavolati in blocchi di calcestruzzo cellulare spessore 7,5 cm; REI 120′;
 Esecuzione di intonaco completo a civile per interni spessore 2 cm;
 Fornitura e posa di rivestimento in piastrelle di gres fine porcellanato a superficie liscia;
 Trattamento di superfici prima di eseguire pitturazioni con iquido antimuffa,
antibatterico, antialghe, applicato a pennello o rullo, compresa successiva spazzolatura;
 Esecuzione di pitturazione a due riprese su superfici interne in intonaco civile già
preparate a base di resina acrilica, traspirante e lavabile con sapone (p.s. 1,31 kg/l – resa
0,13-0,17 l/m²). Lavabilità > 10.000 colpi spazzola (DIN 53778);
 Fornitura e posa di porte realizzate con telaio in alluminio anodizzato colore naturale,
battenti tamburati rivestiti sulle due facce con pannelli in laminato plastico;
 Fornitura e posa di serramenti in alluminio per finestre;

Fornitura, installazione ed allaccimanto di:
– Lavabi a canale in fire-clay colore bianco da 120 x 45 cm circa, completo di mensole;
– Lavabi normali in vetrochina colore bianco a parete da 60 x 45 cm circa, completo di
mensole;
– Lavabi per persone disabili reclinabile con dispositivo pneumatico;
– Vasi igienici a sedere in vetrochina colore bianco con cassetta di lavaggio a zaino con
scarico a parete o pavimento, completo di gruppo di scarico, viti di fissaggio, raccordo
di scarico e guarnizioni;
– Orinatoi sifonati in vetrochina colore bianco sospeso con altezza 70 cm a brida
grondante, completo di zanche e guarnizioni;
– Piatti doccia colore bianco in fire-clay, da 80 x 80 cm;
– Vaso-bidet per persone disabili monoblocco sospeso in ceramica bianca con catino
allungato, apertura anteriore per consentire un agevole passaggio della mano e della
doccetta esterna per uso bidet. Completo di cassetta in ceramica, con speciale
schienale ergonomico per consentire un comodo appoggio. Fornito di batteria con
pulsante pneumatico sulla cassetta e completo di: telaio metallico da incasso,
mensole, viti di fissaggio, raccordo di scarico/carico, guarnizioni, comando a distanza;
 Fornitura e installazione di serie completa di maniglioni orizzontali e verticali per locale

📰 Prima Pagina
Pubblicità

🧭 Altre storie

🗞 Ultim'ora Italia

📍 Magentino

📍 Abbiatense

📍 Castanese

📍 Legnanese

🍀 Primo Piano: Lombardia

📍 Novarese